UNDER 23

RIEPILOGO GARE

27.02.2021

97^ Coppa San Geo

Calcinato Ponte San Marco (BS)

Abbiamo fatto la nostra prima gara UNDER 23 partecipando alla San Geo competizione di altissimo livello . Assolutamente soddisfatti nel aver visto la loro serietà e determinazione. Non abbiamo certo sfigurato a confronto di alcune squadre che fanno solo under e sono molto più strutturate di noi che abbiamo dai giovanissimi agli under/elite strada e MTB .  Un Grazie particolare al presidente Massimo Benotto che ha reso possibile la continuazione del sogno per molti ragazzi e ai ragazzi che hanno dato il loro massimo. Risultato:
A causa di alcune cadute abbiamo avuto 4 corridori che hanno perso contatto dal gruppo principale in momenti diversi e abbiamo provato a farli rientrare ma il gap era eccessivo, uno è arrivato a circa 120 km dei 150km totali anche a causa del mancato rifornimento dell’acqua da parte mia . 79 arrivati su 197 partiti .

07.03.2021

1° Trofeo Pizzeria ``One Penny`` - Memorial Dinucci

Lucca

Conclusa la trasferta di Lucca dove abbiamo affrontato una gara resa impegnativa dal percorso (salita di 2,8km da ripetere 9 volte) e dall’intensità ( circa 1800 metri di dislivello fatti a oltre i 43 km/ora di media) , l’ultimo dei miei ragazzi si è ritirato alla fine della sesta salita su 9 a circa 80km di corsa dopo aver passato una settimana con alcuni problemi di salute. Considerando il livello dei partecipanti, ( 30 team dei quali 7 continental per un totale di 191 partenti e 59 arrivati e con 9 team senza nessun corridore all’arrivo tra i quali anche il nostro) decisamente elevato, la tipologia di percorso non proprio idônea alle caratteristiche dei miei ragazzi , la motivazione del progetto ROSTESE UNDER 23 ( dare la possibilità di correre a chi per un motivo o per l’altro è rimasto senza squadra ma ha la volontà e la serietà per farlo) , non posso dire di essere soddisfatto ma orgoglioso per la tenacia che ho visto e per la capacità di riconoscere gli errori e l’umiltà di volerli correggere . Credo che fra qualche gara probabilmente avremmo qualche soddisfazione. Alla prossima 💪🏻💪🏻💪🏻💪🏻

21.03.2021

1° Gran Premio Primavera

Silvella di Cordigliano (TV)

Gara caratterizzata da due strappi consecutivi fatti 18 volte percorsi metà dei giri e in un senso e l’altra metà nell’altro per un totale di circa 1200 metri di dislivello e 136 km percorsi alla media di 44,7 km/h 🤪.

Prestazione dal sapore agrodolce, per me. Il dolce e aver visto i miei ragazzi, dopo ripetuti breefing dove ho cercato di trasferire la voglia di combattere sempre fino all’ultima energia mi hanno premiato dando veramente tutto dimostrandosi all’altezza della situazione, amaro perché se non ci fossero state alcune cadute forse avremmo potuto raccogliere di più ma devo dire che di fronte a quello che hanno dimostrato in alcuni momenti mi sono commosso. cinque gli I corridori della Rostese Giant , Gioele Castagno alla sua prima gara da Under 23 dopo uno stop di un anno dalle competizioni è un problema al ginocchio ora mai risolto, viene coinvolto in una caduta di gruppo dove rompe la ruota posteriore che viene sostituita dal cambio ruote con un po’ di ritardo vista la confusione creatasi prova a rientrare ma ormai il gruppo è troppo lontano e le ammiraglie erano bloccate dalla caduta comunque nei circa 50 km percorsi ha dimostrato di avere una forma discreta, paolo Mengozzi anch’esso coinvolto nella stessa caduta riesce a ripartire subito e viene riportato in gruppo a ritmi vertiginosi e lui si dimostra all’altezza poi una seconda caduta a circa 70 km va fuori gioco, Matteo Gaido dopo 100 km va in crisi e non riesce più a stare dentro la gara, Edoardo Laino dimostra di essere in buona condizione correndo sempre nelle prime posizioni e lo è anche a circa 105 km di gara dove durante la discesa si trova circa in 15’ posizione quando il corridore davanti a lui si tocca con un altro avanti a lui e vola in aria tirandolo a terra rialzatosi il più velocemente possibile e a 4 giri dalla fine si ritrova ,pieno di escoriazioni e ferite sulla parte destra ( gamba e mano lacerati )  , ad inseguire il gruppo che procede ad altissima velocità portando a termine comunque la gara praticamente facendo una cronometro in solitaria nonostante il grande dolore riesce a terminare mettendo ancora dietro di se qualche corridore ed in fine Enrico Russo corridore alla sua primo anno nel mondo del ciclismo competitivo porta a termine la gara arrivando nei primi 30 dandomi una grande soddisfazione .

In conclusione posso dire che personalmente sento di aver ottenuto le prime VITTORIE perché vincere non vuol dire solo arrivare davanti a tutti ma anche superare se stessi dando il massimo e crescendo di volta in volta e là vittoria classifica è solo il risultato estremo di tutte le altre vittorie raccolte lungo il percorso quindi UN  GRAZIE IMMENSO AÍ MIEI RAGAZZI PEE QUANTO REGALATOMI IERI E ORA CONCENTRATI PER LE PROSSIME NOSTRE VITTORIE chi sa che questa squadra vista da molti come “raffazzonata” non possa riservare qualche sorpresa per il mondo del ciclismo che conta o contava.